forme nel verde

50 anni di
forme nel verde.

Forme nel Verde è una rassegna di scultura davvero longeva, la prima edizione fu fatta nel 1971 da un’idea del giornalista Mario Guidotti. Un appuntamento annuale che si svolge a San Quirico D’Orcia, cornice ideale per accogliere le decine di opere di arte contemporanea che invadono gli spazi degli Horti Leonini.

Forme nel Verde guarda all’arte contemporanea con la stessa cura e attenzione della Biennale di Venezia, due imperdibili appuntamenti nel panorama artistico contemporaneo internazionale.

La rassegna toscana si pone l’obiettivo di unire i grandi nomi che hanno segnato la scultura contemporanea a quelli di giovani artisti emergenti. È proprio questa l’essenza di Forme nel Verde, una manifestazione che guarda rispettosamente al passato per presentare allo stesso tempo un futuro artistico in cui ogni forma d’arte può e deve essere presente.

50 anni di Artisti.

Forme del Verde è un evento apprezzato e vissuto intensamente da ogni categoria di persone: dopo anni di mostre, con sculture monumentali, installazioni e performance, Forme nel Verde compie 50 anni. In cinquant’anni un gran numero di artisti internazionali hanno usufruito degli Horti Leonini come contesto delle loro opere, tra cui anche artisti che hanno segnato l’arte contemporanea come Pistoletto o Maurizio Cattelan. 

L’edizione 2021 ha la pretesa di riassumere i diversi intenti della manifestazione con una serie di mostre caratterizzanti, tese a sottolineare il lavoro finora svolto negli anni dall’organizzazione e dal Comune e a predisporre le linee guida per le prossime esposizioni future.

Da alcuni anni Forme nel Verde pone un interesse particolare alla giovane creatività che si forma nelle istituzioni italiane di alta formazione artistica, le Accademie di Belle Arti, e predilige situazioni di coinvolgimento diretto degli studenti non tralasciando opere create in situ, collaborazioni, stage e workshop. 

Tutto ciò punta a  far conoscere ultime tendenze, nuovi concetti e giovanili soluzioni scultoree, con il privilegio di essere accolte in un luogo che storicamente ha mostrato tutti i più grandi artisti della scultura internazionale.

I tempi e i luoghi.
Edizione 2021.

Oltre alla mostra diffusa di Helidon Xhixha il programma prevede una mostra di rare ceramiche storiche di San Quirico d’Orcia della fine del ‘600 in dialogo con una esposizione di ceramica contemporanea di Paolo Polloniato.

Un omaggio a Mario Guidotti ideatore di Forme nel Verde, la cui prima edizione risale al 1971 e una selezione di opere degli allievi delle Accademie italiane di Belle Arti.
La mostra si inaugurerà sabato 24 luglio 2021 e sarà aperta tutti i giorni fino a lunedi 2 novembre 2021.

Tutte le mostre sono a entrata libera.
Dall’alba al tramonto.

forme nel verde - helidon xhixha

I VOLTI Della rassegna.

Helidon Xhixha nasce in una famiglia di artisti dove cresce con un rispetto innato per le arti, scoprendo in giovane età la sua passione per la scultura. Da qui, il suo successo grazie alle iconiche installazioni in acciaio inox.

Carlo Pizzichini inizia giovanissimo la sua attività professionale, che proseguirà per trent’anni. Un periodo in cui sperimenta le aperture del linguaggio pittorico, affiancando alla pittura, la ceramica, la terracotta e altro.

forme nel verde - carlo pizzichini

POL, Paolo Polloniato, nasce nel 1979. Discendente da una storica famiglia di Maestri Artigiani, dal 2008 la ceramica contemporanea è il fulcro della sua ricerca fondamentale, sviluppata attraverso la rivisitazione delle tecniche artigianali e dalla manipolazione di stampi antichi in chiave contemporanea. 

E sul tema della ceramica non possiamo certo tralasciare l’antica tradizione della ceramica di San Quirico. È doveroso omaggiare quest’arte nobile ormai così lontana e in parte dimenticata.

i protagonisti - POL
ceramica-a-palazzo